batteria veicoli elettrici
Gen 24 2023

Cosa sai sulla batteria veicoli elettrici? I veicoli elettrici sono, ormai, sulla bocca di tutti (per fortuna) e spesso si è alla ricerca di maggiori informazioni sulle loro prestazioni, specie sulla loro batteria. Da questa esigenza Tuttodiesel ha deciso di fornirti una vera e propria guida alle caratteristiche delle batterie dei mezzi elettrici.

 

Batteria veicoli elettrici: cos’è e che ruolo ha

La batteria dei veicoli elettrici è un serbatoio con cui viene immagazzinata l’energia, per far sì che il mezzo funzioni e, ovviamente, si muova. Questa componente influisce sia nell’erogazione, sia che nella spinta del motore. All’interno della batteria si crea un processo chimico che produce un flusso di elettroni tra i due poli. Proprio questa reazione chimica consente di mettere in moto il motore. Durante la ricarica, invece, avviene il processo opposto: si accumula energia.

Le batterie dei veicoli elettrici sono costituite da celle che, a seconda del mezzo e del modello, assumono forma e numero differenti. Più celle sono presenti, più la capacità totale della batteria incrementa.

 

Come si misurano le prestazioni della batteria veicoli elettrici?

Come prima cosa è necessario conoscere la capacità della batteria espressa in kWh. Il kWh esprime la quantità di kw che possono essere erogati o immagazzinati in un’ora. 

Esempio

Una batteria da 50kWh può far funzionare un motore da 50kWh alla massima potenza per un’ora. Un motore da 100kWh per mezz’ora.

Lo stesso vale per la ricarica:

  • Se ho una colonnina da 50kWh la batteria della macchina si ricaricherà in un’ora;
  • Se ho una colonnina da 100 kWh la batteria si ricaricherà in mezz’ora.

Il kWh è utilizzato per calcolare il consumo e viene espresso in kWh/100 km

Anche l’amperaggio è la quantità di energia sotto forma di corrente elettrica che può essere trasmessa in un secondo. Il voltaggio è la forza, dunque la rapidità, con cui una quantità di energia pari ad un ampere viene trasmessa. Pertanto è facile intuire che più l’amperaggio ed il voltaggio sono elevati, maggiore sarà la potenza della batteria, e di conseguenza, anche la capacità ricarica.

 

Cos’è la capacità nominale ed effettiva

La capacità di una batteria si esprime in Ampere/Ora (Ah) e indica quanta corrente può fornire una batteria nel corso del tempo. Se una batteria da 100 Ah alimenta una lampadina che consuma una corrente di 5 Ampere, l’accumulatore si scaricherà in 20 ore. Se la stessa batteria da 100 Ah alimenta una lampada che assorbe 20 Ampere, l’accumulatore si scaricherà in 5 ore.

Siccome i cicli di carica e scarica sono processi che fanno decadere le prestazioni della batteria, la capacità che viene effettivamente utilizzata viene limitata entro margini che vanno dal 5 al 25% del valore nominale.

 

Quanti tipi di batteria veicoli elettrici ci sono?

Esistono diverse tipologie di batterie. Quelle tradizionali, quindi quelle più comuni, sono al piombo-acido. Sono molto pesanti per via del piombo e dell’elettrolita.

Le Batterie AGM, ovvero batterie in cui l’elettrolita è legato completamente in un filtro assorbente in fibra di vetro. Inoltre la batteria AGM è a tenuta stagna e supporta perfettamente le vibrazioni. Inoltre, rispetto alla batteria convenzionale, la batteria AGM consente il triplo di cicli di ricarica.

Le Batterie EFB possono essere considerate come l’evoluzione delle batterie ad acido. Questo perché sono dotate di una particolare pellicola in poliestere sulla piastra del positivo, la quale garantisce maggiore durata delle batterie

Le Batterie al Gel, le quali contengono un acido gelatinoso per soddisfare pesanti richieste di potenza e di sistemi ad alte prestazioni.

Le Batterie agli ioni di litio o al litio e sono utilizzate per alimentare la propulsione dei veicoli elettrici.  Queste ultime sono progettate per fornire energia per periodi di tempo prolungati. Infatti vengono sviluppate con una capacità di ampere/ora piuttosto elevata, offrendo un alto livello di densità energetica rispetto al peso.

Costo manutenzione batterie veicoli elettrici

La batteria sicuramente costituisce un costo importante che, però, è in netta diminuzione, grazie soprattutto alle migliorie apportate negli anni. Infatti si stima che la batteria di un veicolo elettrico richieda decisamente meno manutenzione rispetto a quella dei veicoli classici, con costi minori. Se con un veicolo tradizionale, in circa 6 anni, per manutenzione regolari il costo è di circa 1800 euro, con i veicoli elettrici sarà di almeno 700-800 euro in meno.

 

Esegui la manutenzione con gli esperti

La batteria del tuo veicolo elettrico deve essere in ottime mani. Tuttodiesel è un punto di riferimento per tutti i mezzi di Padova, Monselice, Este, Rovigo e zone limitrofe. Affidati alle mani di veri professionisti.

 

Per maggiori informazioni:

Condividi su Facebook
Potrebbe interessanti anche